Celebrazioni – archivio 2014/15

AdorazioneAdorazione Eucaristica
Giovedì 5 novembre 2015 alle ore 20.30 a San Biagio, tempo di adorazione.
Un'ora di ascolto, di presenza alla presenza del Signore, di intimità con lui per ritrovare se stessi in lui. Una ora preziosa finalmente regalata alla cura di sé e della propria vita.


Festa di tutti i Santi – 1 Novembre 2015
Ore 11,00 – S. Messa in Cimitero
Ore 15,00 – Liturgia della parola e benedizione

Commemorazione dei defunti – 2 Novembre 2015
Ore 11,00 – S. Messa in Cimitero
: ore 9,00 – 10,30 – 15,00

Indulgenza plenaria defunti 2015Indulgenza plenaria per i defunti.
Possiamo acquistare a favore delle anime del Purgatorio l’indulgenza plenaria (una sola volta) dal mezzogiorno del 1° novembre fino a tutto il giorno successivo visitando una chiesa e recitando il Credo e il Padre Nostro. Sono inoltre da adempiere queste tre condizioni: *Confessione sacramentale. Questa condizione può essere adempiuta parecchi giorni prima o dopo. *Comunione eucaristica; *Preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice recitando Padre Nostro e Ave Maria. La stessa facoltà alle medesime condizioni è concessa nei giorni dal 1° all’8 novembre al fedele che visita devotamente il cimitero e anche soltanto mentalmente prega per i fedeli defunti.


AssuntaAssunzione della B. V. Maria
15 agosto 2015 - sabato
da 'Guide alpine – di P. Curtaz'
Ferragosto: l'inizio della fine dell'estate.
Dalle mie parti questo giorno segna la fine della brevissima estate: dopo il 15, al primo temporale, la temperatura precipita e il lieve tepore dell'alta montagna lascia intravedere l'autunno incombente. Oggi è la festa di Maria assunta in cielo, la prima dei credenti, la prima tra i risorti. È la festa di tutti i discepoli che faticano ad avanzare, come se la Chiesa indicasse la meta, il punto di arrivo, la vetta.

La tradizione cristiana parla di questa come la festa della Dormitio Mariae, l'addormentamento di Maria nelle braccia del Padre. Come ci fa pregare splendidamente il prefazio di oggi, prima del canto del Sanctus: «Non poteva conoscere la corruzione della morte, colei che aveva portato in grembo il Dio della vita». Oggi diremmo: Maria è la prima dei risorti, la prima tra noi che ha conosciuto la totalità del destino di ogni uomo. In montagna la guida è quella persona che non serve a niente ma che se non c'è nel momento del bisogno, rischi seriamente di lasciarci la pellaccia.
Anche in ascensioni relativamente semplici va sempre tutto bene; finché non capita qualcosa. Allora emerge la stoffa della guida: rassicura, interviene, risolve, vede passaggi che nessuno sa vedere, annusa l'aria e sa dove portarti. Fino alla vetta. Come Maria.


S_Benedetto

Processione di S. Benedetto
12 luglio 2015
Si avvicina la festa di San Benedetto che vede coinvolta tutta la nostra parrocchia a partire dalle Selve. Il Comitato che ha realizzato la processione del 1° maggio è al lavoro per questo appuntamento estivo. Particolare rilievo avranno le tradizionali croci fatte con i ramoscelli dei salici e che saranno benedette durante la processione per essere poste ai confini degli orti, dei giardini e dei campi. Esprimono la devozione al lavoro e alla terra vissuti come dono di Dio e a lui offerti. Il programma prevede:
- Ore 08.00 S. Messa a San Benedetto delle Selve, Benedizione delle medaglie e delle croci di san Benedetto.
- Ore 09.00 Processione: Dalla chiesa per via san Benedetto, alle case De Franceschi e Fabris, (strada vecchia delle Selve) fino al Capitello di S. Gaetano, poi, per via Selve fino al Capitello del Sacro Cuore.Alla fine, in corte Garonsin, rinfresco e condivisione


Sacro CuoreIl Sacro Cuore di Gesù
venerdì 12 giugno 2015
Nel 1856 Papa Pio IX rese universale per tutta la Chiesa la Solennità del Sacro Cuore, introducendola nel Calendario liturgico della Chiesa Latina, fissandone la data al terzo venerdì dopo Pentecoste. Sull'onda della devozione sorsero cappelle, oratori, chiese, basiliche e santuari dedicati al Sacro Cuore di Gesù. A Parigi si diede inizio alla costruzione della basilica del Sacro Cuore, sulla collina del quartiere di Montmartre; Proliferarono quadri e stampe raffiguranti il Sacro Cuore fiammeggiante, quasi sempre posto sul petto di Gesù che lo indica agli uomini; si organizzò la pia pratica del 1° venerdì del mese; si composero le Litanie del Sacro Cuore, e il mese di giugno fu dedicato al suo culto.


Corpus Domini
domenica 7 giugno 2015
Festa della comunione: a riportare nel mondo questa verità, a riscoprire questo immenso vocabolo è stato Gesù. Senso definitivo del nostro andare e lottare, del nostro piangere e costruire, «fine supremo fissato da Cristo stesso a tutta l'umanità è il dono della comunione» (S. Bulgakov). Che si estende ad abbracciare tutto ciò che vive quaggiù sotto il sole, i nostri fratelli minori, le piccole creature, il filo d'erba, l'insetto con il suo misterioso servizio alla vita, in un rapporto non più alterato dal verbo prendere o possedere, ma illuminato dal più generoso dei verbi: donare.  

 


adoraz

Adorazione Eucaristica
Il 3,4,5 giugno 2015, adorazione Eucaristica a san Biagio in preparazione della solennità di Corpus Domini:
- Dalle ore 9.00 alle 11.30 e dalle 18.00 alle 19.30.
- Alle 20.00 conclusione con l’Eucaristia.

Adorare significa offrire la propria vita come dono al Signore tuffandosi nel mare profondo del suo mistero, sostando nel silenzio e alla presenza del suo amore. E’ il tempo per entrare nella comunione con lui, nella confidenza della sua Parola, nella forza del suo Spirito che ci ricolma di carità. 


Chiusura del mese di maggio
Venerdì 29 maggio 2015 - alle ore 20.00 nella chiesa di San Benedetto, a conclusione del mese di maggio e della recita del Rosario tenutasi nei diversi luoghi di devozione sparsi nella parrocchia, celebriamo in forma unitaria l’Eucaristia in onore di Maria Madre di Dio. L’Eucaristia è la fonte e il culmine di tutta la preghiera della Chiesa. La stessa devozione del Rosario trova nell’Eucaristia il suo compimento. Tutti i gruppi di preghiera sono invitati a concludere insieme con l’Eucaristia a san Benedetto.


PentecosteLa Confermazione

Oggi, 24 maggio 2015, i ragazzi di II media ricevono il sacramento della Cresima attraverso l’imposizione delle mani e l’unzione con il sacro Crisma dal Padre Abate Norberto nell’ Eucaristia delle ore 9.00. La Cresima segna il completamento della iniziazione cristiana dei ragazzi e una nuova partenza come gruppo di amici impegnati e responsabili. Tutta la comunità è in festa con loro.


Sabato 23 maggio 2015 alle ore 21 - Veglia di PENTECOSTE
Parte dalla chiesa di Bresseo la celebrazione della Veglia di Pentecoste vicariale per giungere a Praglia, nel campo del patronato, e celebrare, intorno al fuoco, il bene che c’è tra noi alla fine di questo anno pastorale.
Siamo tutti invitati insieme ai ragazzi cresimati e cresimandi con le loro famiglie, con gli operatori pastorali per invocare lo Spirito Santo sui luoghi e le vicende del nostro quotidiano.


AdorazioneGiovedì 7 Maggio 2015  – ADORAZIONE EUCARISTICA
Appuntamento che si ripete il primo giovedì di ogni mese alle ore 20.30, nella chiesa di SAN BIAGIO.
Si tratta di una scuola di adorazione nella quale impariamo a stare alla presenza del Signore per conoscerlo e amarlo nella contemplazione del suo dono d'amore l'Eucaristia.


Maggio del ROSARIO - Recita del rosario in tutti i luoghi di devozione:
- a San Biagio, nel capitello in quartiere: ore 20,30
- a san Benedetto, nel capitello di via Selve: ore 20,00
- alla Croce in via Vicinale Monteortone …: ore 20,00
la comunità cristiana manifesta il suo amore figliale a Maria e, accogliendo l’appello del Papa, prega per tutti i fratelli perseguitati, uccisi, abbandonati e rifiutati.


Ragazzi come discepoli
Giovedì Santo 2 aprile 2015: I ragazzi che riceveranno la cresima nel giorno di Pentecoste saranno presenti alla Cena del Signore del giovedì santo a san Biagio e succederà loro quello che è successo ai Dodici. Saranno lavati loro i piedi: è la consegna di Gesù, il suo testamento di amore. E’ venuto per servire e non per essere servito. Li amò fino a morire e a loro fece il dono del suo Spirito nella Pentecoste.

Per i nuovi poveri che bussano
GIOVEDÌ SANTO 2 APRILE, alle ore 9.45, in Cattedrale a Padova, celebrazione della Santa Messa Crismale, presieduta dal vescovo, in cui vengono benedetti i santi oli per i sacramenti del Battesimo, Confermazione, Ordinazione dei presbiteri e Unzione degli infermi.
La "colletta" del Giovedì Santo, sarà «per i nuovi poveri che bussano alla porta della Caritas diocesana», ha segnalato il vescovo nella lettera d’invio ai parroci e alle comunità cristiane. In questo modo, ha scritto mons. Antonio Mattiazzo:«vogliamo attuare la nostra concreta solidarietà alle numerose persone e famiglie maggiormente provate dalla grave crisi economica in atto, rese povere dalla perdita del lavoro, dai debiti, dalla mancanza di salute fisica e psichica; ai poveri perché appena usciti dal carcere o perché è "scoppiata la coppia" formata dal matrimonio».

Via Crucis in quartiere san Biagio
Venerdi 3 aprile 2015 alle ore 20.00, nel quartiere di san Biagio ci sarà l’ormai tradizionale Via Crucis. La celebrazione percorrerà le seguenti vie: Da via Grillo si muoverà verso le vie Salvadori, Buora, Carmignotto, Oliveros, Villa del bosco, Montagna e si concluderà all’Arena. Le famiglie residenti lungo queste vie possono "illuminare" e accogliere il cammino della Passione accendendo dei lumi sulle finestre delle abitazioni. E’ un segno di partecipazione e di adesione alla fede della comunità che vuole camminare con Gesù nell’Ora della sua prova. Durante la processione sarà letta la Passione di Gesù dal vangelo di Marco. Ci saranno dieci "stazioni" in cui sostare per ascoltare brevi riflessioni e osservare i "quadri" preparati dai giovani della parrocchia a commento della Passione stessa.

Vegliando nella notte
Il Sabato Santo 4 aprile 2015, a San Biagio, alle ore 20.00 i ragazzi e i giovani della parrocchia saranno protagonisti nella grande Veglia Pasquale, punto di arrivo e sorgente dell’anno liturgico, centro celebrativo di tutta la fede trasmessa nella catechesi. Vegliando nella notte accoglieranno la luce che è il Signore risorto. Risorto e presente nella loro vita, nel quotidiano camminare e annunciare che Egli è veramente risorto.

QUARESIMA E SOLIDARIETA’
Domenica 22 febbraio 2015 inizia la quaresima, uno dei tempi forti che la CHIESA celebra lungo l'anno liturgico. È il periodo di quaranta giorni che precede la celebrazione della Pasqua; inizia il mercoledì delle Ceneri e si conclude il Giovedì Santo. Tale periodo è caratterizzato dall'invito alla conversione a Dio. Sono pratiche tipiche della quaresima il digiuno e altre forme di penitenza, la preghiera più intensa e la pratica della carità. È un cammino di preparazione a celebrare la Pasqua.
Ricorda i quaranta giorni trascorsi da Gesù nel deserto dopo il suo battesimo nel Giordano e prima del suo ministero pubblico.
Due iniziative preziose e importanti:

- La Via Crucis nella chiesetta del cimitero tutti i venerdì alle ore 15.00.
- La raccolta di alimenti tutte le domeniche, in chiesa a Praglia, a san Biagio e a san Benedetto per l’offertorio di solidarietà con i fratelli più poveri.

18 febbraio 2015: MERCOLEDì DELLE CENERI
Con l'espressione Mercoledì delle ceneri si intende il mercoledì precedente la prima domenica di quaresima che coincide con l'inizio stesso della quaresima, ossia il primo giorno del periodo liturgico "forte" a carattere battesimale e penitenziale in preparazione della Pasqua cristiana. In tale giornata, siamo invitati a far penitenza e ad osservare il digiuno e l'astinenza dalle carni.

La parola "ceneri" richiama invece in modo specifico la funzione liturgica che caratterizza il primo giorno di quaresima, durante la quale il celebrante sparge un pizzico di cenere benedetta sul capo dei fedeli per ricordare loro la caducità della vita terrena e per spronarli all'impegno penitenziale della Quaresima. Per questo il rito dell'imposizione delle ceneri prevede anche la pronuncia di una formula di ammonimento, scelta fra la tradizionale «Ricordati che sei polvere e in polvere ritornerai» o la più recente «Convertitevi e credete al Vangelo» (Mc 1,15), con riferimento all'inizio della predicazione di Gesù.

A San Biagio:
- ore 15.00 santa messa con l’imposizione delle ceneri per i bambini e i ragazzi.
 - ore 20.00 santa messa  e imposizione delle ceneri.

La Candelora
Il 2 febbraio la Chiesa cattolica celebra la presentazione al tempio di Gesù (Lc 2,22-39), popolarmente chiamata festa della Candelora, perché in questo giorno si benedicono le candele, simbolo di Cristo "luce per illuminare le genti", come il bambino Gesù venne chiamato dal vecchio Simeone al momento della presentazione al Tempio di Gerusalemme, che era prescritta dalla Legge giudaica per i primogeniti maschi.
Nella chiesetta di San Biagio alle ore 19.30 viene celebrato il tradizionale lucernario e l’Eucaristia.

Prima confessione

Domenica 11 gennaio 2015, i bambini di III elementare celebrano la prima confessione alle ore 14.30, in patronato.
II sabato precedente con i loro genitori vivranno un breve ritiro preparatorio per condividere il valore dell’incontro che ci libera dal peccato e ci riconcilia con Dio e con i fratelli. E’ un incontro segnato dalla gioia e dalla festa proprio di chi ritrova la bellezza dell’amore che perdona e che riunisce.

Celebrazione del Battesimo

Il consiglio pastorale parrocchiale ha accolto la proposta di organizzare la celebrazione del battesimo dei bambini l’ultima domenica del mese a Praglia nella Eucaristia delle 16.30. Questa proposta cerca di portare il battesimo nel contesto celebrativo della comunità. Inoltre, crea le condizioni per strutturare un cammino di preparazione più organico e comunitario.