Parrocchia

La parrocchia – informazioni generali


Casa San BenedettoCASA DELLA CARITA’
anno 2020 – NEL TEMPO DEL COVID
L’ex scuole elementari di San Benedetto frequentate da molti ex bambini e ora adulti della nostra parrocchia, si chiama ora CASA DELLA CARITA’.
Da quest’anno, tornano a frequentare la vecchia scuola altri ragazzi, quelli dell’Iniziazione Cristiana. E’ stato necessario riattivare la vecchia scuola perché gli ambienti di Praglia non rispondono alle norme di sicurezza anti covid.
E’ stato necessario un notevole lavoro da parte di persone generose e amanti della nostra comunità. Un grazie al gruppo “matti pai coriandoi” che ha dato un  contributo decisivo.

DOPO IL COVID
Quando finirà l’emergenza, le attività ordinarie ritorneranno nella loro sede a Praglia. La Casa della Carità continuerà per le attività particolari come ritiri, convivenze, ospitalità  ecc…


RIPARTIAMO INSIEME – ANNO PASTORALE 2020/21
Dalle Linee guida per la Catechesi in Italia in tempo di Covid, emanate dall’Ufficio Catechistico Nazionale, la meditazione sull’episodio degli Atti degli Apostoli (11, 19-26) , che racconta la nascita della prima comunità cristiana ad Antiochia (“Ad Antiochia per la prima volta i discepoli furono chiamati cristiani”), ci vengono suggerite 4 piste da non perdere di vista nel ricominciare:
1. “Nel prossimo anno pastorale immaginiamo una catechesi sempre più squisitamente biblica, che parta dal cuore dell’annuncio cristiano: Il Signore è risorto”.
2. “Abbiamo bisogno di pastori, cioè vescovi e presbiteri, che come Barnaba, figlio dell’esortazione, sappiano svolgere lietamente e con larghezza di vedute il compito di esortare”.
3. “La stagione della ripartenza all’inizio dell’anno pastorale dovrebbe vedere sorgere dei nuovi Saulo: catechisti, formatori ed educatori che abbiano orizzonti grandi e il coraggio di percorrere nuove vie di evangelizzazione”.
4.”Il nuovo anno pastorale potrebbe essere il tempo in cui sviluppare il tema dell’opera dello Spirito nella vita dei cristiani”.


Assunzione_15 agostoASSUNZIONE  DI  MARIA
Sabato 15 agosto 2020 è la Solennità della Assunzione della Beata Vergine Maria, cioè della glorificazione della umile e alta Madre assimilata in cielo con il Figlio, primizia della elevazione dell’umanità alla gloria di Dio. Questa festa liturgica ha avuto origine nel V secolo e si è diffusa nella cristianità che ha ricordato questo destino anche nell’arte, che sovrabbonda di immagini che sono capolavori nella pittura e nella scultura, e nella architettura con migliaia di chiese dedicate a Maria Assunta in cielo, cioè accolta in Paradiso in anima e corpo, secondo il dogma stabilito da papa Pio X nell’anno santo del 1950. Le feste, i canti, le processioni, i fuochi d’artificio sono i nostri tentativi di gioire attorno alla Madre con tutto  l’affetto che possiamo.


Abate_parroco_11-07-20IL P. ABATE STEFANO PARROCO DI PRAGLIA
L’undici Luglio 2020
, festa di san Benedetto, il vescovo Claudio ha dato alla parrocchia di Praglia il suo pastore nominando parroco il P. Abate Stefano Visintin. Dopo quasi 6 anni di attesa e di incertezza ora la nostra comunità riprende il cammino rassicurata e felice della nomina. Questa scelta assume un significato particolare in quanto, accostando la figura del parroco a quella dell’abate unisce la parrocchia più strettamente alla comunità monastica.
La parrocchia viene così affidata all’intera comunità.
Lo stesso giorno il vescovo ha nominato P. Antonio vicario parrocchiale.
Ricordiamo nella preghiera il nuovo parroco P. Abate Stefano per la missione che il vescovo gli ha affidato nella nostra parrocchia.


Natale_2018NATALE DEL SIGNORE
25 dicembre 2018
Un augurio a tutti di un Natale nel cuore, oltre che nelle feste che si susseguono, attorno al germoglio divino, al suo Dono. Egli viene dove i nostri sentieri sono diretti nella verità, nella solidarietà, nella pace, nella giustizia. Sono parole che descrivono la venuta del suo Regno nella nostra storia umana, rendendo la terra un luogo di letizia e di accoglienza. Il nostro cammino non perda mai di vista questa meta, che è personale ed insieme comune.
P.D. Antonio Mistrorigo parroco di Praglia


VIGILIA DI NATALE
Lunedì 24 dicembre 2018, Vigilia del santo Natale, per chi desidera accostarsi al sacramento della riconciliazione sono a disposizione nei confessionali della Basilica alcuni monaci, che possono essere chiamati dal citofono situato nel corridoio  antistante. Pratiche di digiuno, utili a tenere il cuore nell’attesa  imminente della venuta del Salvatore, sono consigliabili, secondo la sensibilità personale.

La Veglia e la S. Messa
Alle 22.00 a san Biagio avrà inizio la Veglia di Natale, seguita dalla santa Messa cantata, con l’accompagnamento dei nostri giovani musici. Tutta la comunità è invitata. Natale è un ponte tra Cielo e Terra, in cui Dio si abbassa per amore verso l’umanità nelle membra di un Bambino, Gesù, nato da Maria di Nazaret, e muta la storia dell’umanità verso un destino di luce.
Gli auguri sono un segno di questa gioiosa consapevolezza.

In Basilica a Praglia alle 22,30 inizia la Veglia con l’Ufficio delle Letture e  mezzanotte seguirà la santa Messa.

Don Andrea Miola – ordinato presbitero il 4 giugno 2017 nella chiesa Cattedrale di Padova. Domenica 18 giugno la celebrato la S. Messa nell'Abbazia di Praglia con la comunità monastica e la parrocchia di Praglia (vai alla fotogallery)

SANTA PASQUA 2016

“Con la sua morte e risurrezione Gesù indica a tutti la via della vita e della felicità: questa via è l’umiltà, che comporta l’umiliazione. Questa è la strada che conduce alla gloria. Solo chi si umilia può andare verso le “cose di lassù”, verso Dio. L’orgoglioso guarda “dall’alto in basso”, l’umile guarda “dal basso in alto”.   Papa Francesco

Ai malati, agli anziani, a coloro che soffrono le difficoltà del momento, l’augurio di forza nella fede in Gesù Cristo morto e risorto per la nostra salvezza.   P. Antonio